Search

  /  blog   /  Si pensa che il blocco degli umori si manifesti come malattia.

Si pensa che il blocco degli umori si manifesti come malattia.

Si pensa che il blocco degli umori si manifesti come malattia.

Harvard, come abbiamo visto, ha i piedi d’argilla, e così, evidentemente, il New England Journal of Medicine.

Dio, gentile, grandi palle di fuoco, i redattori del NEJM sono caduti nelle profondità delle sciocchezze con questo.

Esaminiamolo, vero?

Innanzitutto, gli autori:

Brian M. Berman, M.D., Helene H. Langevin, M.D., Claudia M. Witt, M.D., MBA e Ronald Dubner, D.D.S., Ph.D.

Dal Center for Integrative Medicine, University of Maryland School of Medicine (B.M.B.) e University of Maryland Dental School (RD) – entrambi a Baltimora; il Department of Neurology and the Program in Integrative Health, University of Vermont College of Medicine, Burlington (H.H.L.); e l’Istituto di medicina sociale, epidemiologia ed economia sanitaria, Charité University Medical Center, Berlino (C.M.W.).

Vuoi sempre che esperti riconosciuti in un campo scrivano la tua recensione. Se vuoi una revisione della malattia di Lyme, chiedi a un esperto di Lyme (il Procuratore Generale del Connecticut non resiste), e se vuoi una revisione degli attacchi di cuore, chiedi a un cardiologo.

Quindi, in questo spirito, se vuoi una revisione della magia prescientifica, vuoi qualcuno esperto nella pratica della magia prescientifica. Fortunatamente, questi autori sembrano ben qualificati. Il Dr. Berman ha fondato il Center for Integrative Medicine presso l’Università del Maryland e ha una lunga storia di ricerca sull’agopuntura. Il centro ha nel suo staff un maestro riflessologo/reiki. Veramente. E il centro offre:

Consulenze mediche, agopuntura, nutrizione, massaggi, omeopatia, riduzione dello stress basata sulla consapevolezza, shiatsu, riflessologia, yoga, qi gong, tai chi, manipolazione osteopatica.

L’Università del Maryland offre con orgoglio sia l’agopuntura che il reiki ai propri pazienti traumatizzati.

Il Reiki è una tecnica giapponese di rilassamento che funziona in modo simile all’agopuntura, in quanto rilasci e muovi energia”, spiega Donna Audia, R.N., un’infermiera del team di gestione del dolore di Shock Trauma e un maestro di Reiki certificato. “Utilizzando il Reiki con i pazienti traumatizzati, non solo li aiutiamo a rilassarsi, ma li rendiamo anche partecipanti attivi nella loro stessa guarigione, e questo può essere molto incoraggiante.

La reazione dei pazienti traumatizzati è stata positiva, con la maggior parte delle richieste di trattamenti di follow-up. In effetti, molti membri della famiglia chiedono di far parte della sessione di Reiki. Un gruppo di volontari formati in Reiki ora visita regolarmente Shock Trauma. Il Centro medico dell’Università del Maryland è l’unica struttura nel paese che offre Reiki ai pazienti traumatizzati, sebbene sia stato utilizzato anche per curare persone con cancro e altre malattie.

Sul serio. Il tuo corpo è stato distrutto in un incidente d’auto e i tuoi operatori sanitari pensano di poter migliorare le tue condizioni muovendo e rilasciando la tua energia agitando le mani su di te.

Se, dio non voglia, hai un trauma nel Maryland, fatti trasferire. Veloce.

Il Dr. Berman ha pubblicato molto sull’agopuntura e il Dr. Witt ha pubblicato numerosi articoli sull’omeopatia, incluso uno che usa l’omeopatia per la lombalgia.

Quindi due degli autori sono ben radicati nel pensiero magico: chi meglio di scrivere una recensione NEJM sull’agopuntura? Hanno trovato un Silente, un Gandalf, per scrivere l’articolo, che spiega il contenuto poiché gli editori del NEJM sono stati evidentemente colpiti dal fascino del confundus. Se ci penso, questa non è la metafora migliore, poiché nel mondo fantastico la magia è reale, ma nel mondo reale la magia è fantasia, così come un articolo di recensione sul NEJM.

Gli autori iniziano con un caso di lombalgia cronica con malattia degenerativa lieve ma senza motivo anatomico o fisiologico del dolore. La vignetta termina con:

Il paziente si chiede se l’agopuntura sarebbe utile e chiede un rinvio a un agopuntore autorizzato.

No. Abbastanza semplice. L’agopuntura è una sciocchezza. Oh aspetta. C’è più.

Esaminano l’epidemiologia, la fisiologia e l’anatomia della lombalgia cronica e notano che la comprensione della malattia è ben lungi dall’essere soddisfacente e concludono con:

Inoltre, i fattori psicologici e comportamentali, inclusa la paura del movimento, sembrano svolgere un ruolo importante nei pazienti con lombalgia cronica. Tali pazienti hanno dimostrato di avere modelli di attivazione cerebrale alterati nei siti sottocorticali e corticali associati all’emozione e al controllo posturale. Gli studi che confrontano le variabili psicosociali con i risultati anatomici hanno dimostrato che le prime hanno un valore predittivo maggiore rispetto alle seconde.

In altre parole, con la lombalgia c’è una grande sovrapposizione psicologica. È la sovrapposizione psicologica del dolore che rende difficile determinare l’efficacia di una terapia intesa a ridurre il dolore. Quando si tratta una condizione in medicina, la maggior parte degli interventi tenta di alterare la fisiopatologia sottostante: bloccare un recettore con un farmaco, alterare l’anatomia con una procedura come esempi. Se l’intervento non ha alcun effetto sulla fisiopatologia sottostante, allora ci sono poche ragioni per aspettarsi un beneficio oltre un effetto placebo, che è quasi nessun effetto.

Poi saltano in agopuntura.

L’agopuntura è un intervento terapeutico…

È un intervento, sì, ma terapeutico? Mezzi terapeutici relativi alla guarigione della malattia. Quindi stanno caricando la lingua, dicendo all’inizio che l’agopuntura è efficace piuttosto che dimostrare il caso. Avrei usato “inutile magico” invece di “terapeutico”, ma sono io.

Sebbene siano sorte diverse tecniche o scuole di pratica dell’agopuntura, l’approccio utilizzato nella medicina tradizionale cinese sembra essere il più ampiamente praticato negli Stati Uniti.

Come mai? L’agopuntura cinese è migliore? O la popolarità è il criterio che usiamo per determinare un’adeguata assistenza medica? C’è cinese e giapponese e lingua e piede e orecchio e l’agopuntura della testa tedesca. C’è qualche giustificazione offerta per l’utilizzo di uno rispetto all’altro? Qual è lo stile corretto? Come ho detto prima, è una domanda trabocchetto, come chiedere quale sia la vera astrologia: europea, indiana o maya. Non fa differenza.

Poi approfondiscono le vere sciocchezze.

La medicina tradizionale cinese sposa un antico sistema fisiologico (non basato sull’empirismo scientifico occidentale) in cui la salute è vista come il risultato dell’armonia tra le funzioni corporee e tra corpo e natura. Si ritiene che la disarmonia interna causi il blocco dell’energia vitale del corpo, nota come qi, che scorre lungo 12 meridiani primari e 8 secondari. Si pensa che il blocco del qi si manifesti come tenerezza alla palpazione. L’inserimento di aghi di agopuntura in punti specifici lungo i meridiani dovrebbe ripristinare il corretto flusso del qi.

Detesto sottolineare che il sistema fisiologico che uso, basato sul cosiddetto “empirismo scientifico occidentale”, si basa anche su anatomia, chimica, biochimica, istologia ecc. Tutto basato su strutture fisiche che possono essere isolate ed esaminate.

Meridiani e blocco del qi si basa su cosa? Niente. Meridiani e qi non esistono. Ecco il NEJM che offre, completo di un’immagine, l’idea dei meridiani e del qi come se fossero un costrutto significativo. Il prossimo passo nel NEJM sarà:

La medicina tradizionale europea sposa un antico sistema fisiologico (non basato sull’empirismo scientifico occidentale) in cui la salute è vista come il risultato dell’armonia tra le funzioni corporee e tra corpo e natura. Si ritiene che la disarmonia interna causi il blocco dell’energia vitale del corpo, nota come umori: bile nera, bile gialla, catarro e sangue che scorre nel corpo. Si pensa che il blocco degli umori si manifesti come malattia. Il sanguinamento e l’eliminazione dovrebbero ripristinare il corretto flusso di equilibrio degli umori.

Se qualcuno vede una differenza concettuale tra i due paragrafi, informi i redattori del NEJM dopo aver accettato la mia recensione sul sanguinamento terapeutico. Essere pubblicato sul NEJM è l’equivalente medico dell’essere sulla copertina del Rolling Stone, e penso di avere la mia opportunità.

Sono stati compiuti sforzi per caratterizzare gli effetti dell’agopuntura nei termini dei principi stabiliti della fisiologia medica su cui si basa la medicina occidentale.

Come mai? Non basta un antico sistema fisiologico su cui basare un intervento terapeutico?

Questi sforzi rimangono inconcludenti, per diverse ragioni. Innanzitutto, la maggior parte degli studi è stata condotta sugli animali ed è difficile mettere in relazione i risultati di tali studi con gli effetti sull’uomo. In secondo luogo, è stato dimostrato che l’agopuntura attiva le fibre dei nervi periferici di tutte le dimensioni, rendendo complesso uno studio sistematico delle risposte. Terzo, l’esperienza dell’agopuntura è dominata da un forte contesto psicosociale, che include aspettative, credenze e ambiente terapeutico.

E quarto, non avendo alcun fondamento nella realtà, l’agopuntura non può funzionare più dell’omeopatia o del reiki. È la scienza della fatina dei denti, pubblicata sul NEJM.

Quindi approfondiscono la fisiologia dell’agopuntura e gli studi scientifici di base. Bene. Infili le persone con gli aghi, otterrai una varietà di risposte fisiologiche, sia a livello locale che nel cervello. La domanda è se questi effetti sono specifici dell’agopuntura o risultati non specifici di colpire le persone con un oggetto appuntito. Come tutti gli apologeti dell’agopuntura, mancano di una certa precisione in ciò che considerano l’agopuntura e offrono l’elettroagopuntura come prova.

Nel ratto, l’elettroagopuntura ha dimostrato di indurre la secrezione ipofisaria di ormone adrenocorticotropo e cortisolo, portando a effetti antinfiammatori sistemici.

Ah sì, elettroagopuntura. Ricordo quando scoprirono quegli antichi Duracell cinesi e clip a coccodrillo che permettevano ai cinesi di scioccare i loro pazienti.

Cito dall’articolo sull’elettroagopuntura, citato sopra:

Mentre la frequenza EA è stata mantenuta costante, l’intensità è stata regolata lentamente per un periodo di circa 2 min al livello designato di 3 mA, che è l’intensità di corrente EA massima che un animale cosciente può tollerare. È stata osservata una leggera contrazione muscolare… Per il controllo del trattamento fittizio, gli aghi di agopuntura sono stati inseriti bilateralmente nel GB30 senza stimolazione elettrica o manipolazione manuale dell’ago.

E quando sono stati scioccati, i conigli hanno rilasciato ACTH e cortisolo, come farebbe qualsiasi animale se fulminato. Il rilascio di ACTH e cortisolo fa parte della risposta allo stress. Riesco solo a vedere il povero topo, “posto sotto una camera di plastica trasparente capovolta” per l’osservazione che dice: “Non tastare me fratello, non tastare me fratello”. Attesa. Non è un taser. È un sistema di erogazione a distanza di elettroagopuntura a proiettile, e se lo uso su di te, rilascerai anche un po’ di cortisolo e ACTH, fratello.

Gli editori NEJM hanno esaminato i riferimenti? Hanno seriamente bisogno di nuovi revisori.

Ma concederò loro che infilare aghi nelle persone ha effetti fisiologici e scioccare un topo gli fa schizzare cortisolo.

Tuttavia, l’agopuntura consiste nel mettere gli aghi in siti specifici. Nei modelli animali e negli studi sull’uomo tentano di pungere siti specifici correlati al trattamento di una malattia. La maggior parte degli studi di agopuntura utilizza i siti tradizionali associati a qualsiasi malattia che non stanno realmente curando; l’agopuntura consiste nel mettere l’ago proprio così.

La scienza di base riguarda, per come l’ho letta, gli effetti dell’agugliatura delle persone. Se hai https://prodottioriginale.com/adamour/ intenzione di raccomandare l’agopuntura, e lo faranno, allora devi giustificare l’uso di aghi in siti specifici da parte di persone formate in agopuntura e la letteratura non lo supporta. Non importa dove metti gli aghi, o anche se usi gli aghi, come abbiamo detto, dal momento che roteare uno stuzzicadenti ha effetti migliori sul dolore al ginocchio rispetto all’ago. E ti chiederò di nuovo: quale stile di agopuntura userai? Orecchio, lingua, piede, giapponese o tedesco o cinese?

Poi passano alle sperimentazioni cliniche e il mio gaster è sbalordito.

… i veri trattamenti di agopuntura non erano più efficaci dei trattamenti di agopuntura simulati. C’erano tuttavia prove che sia l’agopuntura reale che l’agopuntura simulata erano più efficaci di nessun trattamento e che l’agopuntura può essere un utile supplemento ad altre forme di terapia convenzionale per la lombalgia.

Facciamo un viaggio indietro nel tempo.

C’era una procedura per il trattamento dell’angina in cui hanno legato l’arteria mammaria interna. La teoria era che legando l’arteria la contropressione spingesse il sangue nelle arterie coronarie e alleviasse il dolore cardiaco.

L’angina è migliorata e negli anni ’50 e ’60 ci sono più di 40 articoli sui benefici della procedura e sulla fisiologia sottostante della procedura. La legatura dell’arteria mammaria “funzionava” ed era popolare nei primi anni ’60. Fino a quando la procedura è stata paragonata a un’operazione simulata. Giusto. Hanno aperto le persone e non hanno fatto nulla.

Il risultato?

I risultati combinati di due RCT che confrontano una precedente procedura chirurgica per l’angina – legatura bilaterale dell’arteria mammaria interna (BIMAL) – con un intervento chirurgico fittizio mostrano chiaramente che i pazienti “hanno sperimentato un significativo miglioramento soggettivo”, sia con BIMAL (miglioramento sostanziale del 67%) che con il falso procedura (82% sostanziale miglioramento). [vedi Moerman, Significato, medicina e “effetto placebo”, 2002]

Allora come interpreteresti lo studio? Se una procedura è uguale a quella fittizia, direi che la procedura non funziona. Nel caso della chirurgia simulata, non si è verificato alcun cambiamento di fondo nell’afflusso di sangue al cuore ischemico. Questo studio è forse il classico trial clinico che dimostra la difficoltà nel valutare i risultati di un intervento per il dolore. I pazienti hanno avuto un miglioramento significativo della loro angina. Molto meglio che non fare nulla (sebbene questi studi non avessero un’ala di “cura abituale”), 2/3 dei pazienti con angina non ottengono miglioramenti significativi da soli.

E indovina cosa? La chirurgia a cuore aperto “ha dimostrato di indurre la secrezione ipofisaria di ormone adrenocorticotropo e cortisolo, portando a effetti antinfiammatori sistemici”. La chirurgia rilascia oppioidi endogeni e scommetto che attiva le fibre del dolore sia periferiche che centrali.

Hmmmm. Sembra che abbiamo una giustificazione per tornare a curare l’angina con la legatura dell’arteria mammaria interna.

Gli autori della revisione giustificano la raccomandazione sui due studi che dimostrano l’equivalenza dell’agopuntura simulata e dell’agopuntura reale nel trattamento della lombalgia, lo stesso numero di studi per la legatura dell’arteria mammaria.

Essendo un articolo sul mal di schiena, non includevano l’articolo che mostrava che il dolore al ginocchio trattato con l’agopuntura simulata (in questo caso gli stuzzicadenti roteanti sulla pelle) è superiore all’agopuntura reale. Non importa dove vengono posizionati gli aghi o anche se vengono utilizzati gli aghi.

Finora gli autori non forniscono alcuna plausibilità scientifica storica, fisiopatologia moderna non specifica, un po’ di tortura gratuita del coniglio e due studi clinici che non dimostrano l’efficacia dell’agopuntura rispetto al placebo. Il loro livello di giustificazione raggiunge quello della legatura dell’arteria mammaria. Inizio a chiedermi se gli editori del NEJM abbiano effettivamente letto la recensione prima di pubblicarla. Gli autori passano poi all’uso clinico.

(Agopuntura) non è stato stabilito per essere superiore alla finta agopuntura per il sollievo dei sintomi della lombalgia [traduzione: non funziona].